Marans - CORTE ARTEMIDE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Marans

FATTORIA > Polli ornamentali


MARANS


Origine, diffusione e caratteristiche economiche

Razza francese, il cui nome deriva dal villaggio di Marans ed è grazie all'attività portuale di questo luogo che è nata questa razza. Polli locali, da lungo tempo venduti al mercato del luogo, vennero incrociati con soggetti delle tipologie combattenti. Intorno alla metà del XIX secolo, furono incrociati con polli Langshan (razza cinese), dalla quale ha ereditato la mole e i tarsi leggermente impiumati. Nel 1914 fu presentata ufficialmente ad una mostra avicola a La Rochelle con il nome di "Poule de Pays", ma solo nel 1939 fu redatto lo standard e venne riconosciuta ufficialmente.
La Marans è un pollo rustico robusto e rustico con piumaggio duro e ben aderente al corpo.
Razza tranquilla, buona ovaiola, buona covatrice e dall'ottima carne. La sua caratteristica peculiare sta nel colore delle uova. La Marans, infatti, è senza dubbio, insieme forse alla Penedesenca (razza spagnola) la gallina che produce uova dal guscio più scuro.
Questa particolarità è dovuta ad un insieme di geni molto complessi e pertanto ancora oggi sconosciuti.
L'interessante è che la colorazione così scura proviene da un liquido prodotto dal tessuto spugnoso dell'ovidotto, a dieci centimetri prima della fine. Viene quindi colorato solo poco tempo prima della deposizione. Se si prende in mano un uovo appena deposto ancora umido, vi si può lasciare l'impronta o alterarne l'uniformità del colore. La cosa curiosa è che il guscio al suo interno è bianco candido e crea così un contrasto inusuale.
La colorazione delle uova, tuttavia, non ha sempre la stessa intensità; dipende da quanto staziona nell'ovidotto e dalla quantità di sostanza colorante prodotta: può assumere una tonalità uniforme od essere più o meno picchiettato o maculato. Nell'allevamento di questa razza occorre tenere sempre presente, oltre le normali caratteristiche richieste, il peso e soprattutto il colore del guscio dell'uovo. Soggetti che depongono uova troppo chiare o troppo piccole saranno quindi da scartare.

Caratteristiche morfologiche
Tronco rettangolare, lungo e largo, specialmente all'altezza delle spalle.
Per mantenere questa forma occorrono un petto ampio e prominente ed un ventre sviluppato, altrimenti i soggetti prendono forma trapezoidale, o peggio triangolare.
Il dorso un po' inclinato, meno nella gallina, deve essere piatto e largo ed abbastanza lungo.
Altezza media, con tarsi non troppo lunghi, mediamente o leggermente impiumati, di colore bianco rosato per tutte le varietà salvo la Nera e la Nera Ramata, nelle quali si hanno tarsi grigiastri più o meno scuri. Le unghie sono in genere bianche, ma ammesse anche color corno più o meno scuro.
La coda, nei due sessi, deve avere timoniere corte, angolazione di 45°, mai oltre i 60° poiché raccorcerebbe il dorso.
Nel gallo le falciformi devono essere più corte della media e stare ben composte.
Nella gallina larga alla base, proporzionatamente al corpo, e chiusa, non aperta a ventaglio. Il colore dell'occhio rosso/arancio Non deve essere nero o bruno scuro).
La cresta di media lunghezza con cinque denti regolari e profondi; il lobo non deve appoggiare sulla nuca. Nella gallina è ammessa la parte posteriore leggermente piegata.
La testa è piuttosto forte, leggermente appiattita e lunga. La faccia rossa, come pure gli orecchioni, preferibilmente pulita anche se è ammessa una leggera peluria.
Ali piccole, ben chiuse e ben aderenti al corpo.
Esiste anche la Marans di selezione inglese, senza piume sui tarsi, ma non è riconosciuta dalla Francia.
Molte sono le colorazioni, ma quelle riconosciute ufficialmente e riportate nello  Standard ufficiale francese sono: Nero Ramato, Sparviero Argentato, Sparviero Dorato, Dorata Frumento, Bianca, Bianca Columbia Nero, Nera, Fulva a Coda Nera, Blu ramato (riconosciuta nella Standard FIAV nel 2011).

Peso:
- Gallo: da 3,5 a 4 kg;
- Gallina: da 2,6 a 3,2 kg;



MARANS NERO RAMATO
(clicca sulla foto per vedere le altre immagini)

Torna ai contenuti | Torna al menu